News



Campionati assoluti 2013


Molte conferme e qualche sorpresa dalla pista Mondo dell'Arena Civica di Milano.

Dal 26 al 28 luglio si sono svolti a Milano i Campionati italiani assoluti di atletica leggera. Le gare si sono svolte all'interno dell'Arena Civica, lo stesso impianto che nel 1906 ospitò la prima edizione. Tra le gare più interessanti della tre giorni milanese, quelle dei velocisti, che hanno corso su manto Mondo Sportflex SX Classic. Una delle finali più equilibrate è stata quella dei 100 m uomini, che ha visto Delmas Obou tagliare il traguardo in 10.37, solo un centesimo in meno rispetto a Fabio Cerutti e Simone Colio. Nei 100 m donne, successo per la favorita Gloria Hooper, che ha corso in 11.54. L'atleta della Forestale ha cercato di bissare il successo anche nei 200 m, dove però ha dovuto accontentarsi del secondo posto alle spalle di Marzia Caravelli, che si è aggiudicata il titolo nazionale con il tempo di 23.16. Marzia Caravelli ha poi confermato le sue doti di ottima ostacolista, vincendo il quarto titolo consecutivo nei 100 ostacoli, con il tempo di 13.01. Nei 110 ostacoli, successo per Hassane Fofana, che ha corso in 13.93. Sorpresa nella finale dei 200 m uomini, con Diego Marani che ha vinto correndo in 20.77, precedendo sul traguardo i due favoriti Davide Manenti ed Enrico Demonte. Nessuna sorpresa nella finale dei 400 m donne, con la favorita Chiara Bazzoni che ha corso in 52.57. Nei 400 m uomini, ottimo tempo per Matteo Galvan, che si è aggiudicato il titolo nazionale con il tempo di 45.71. Nei 400 m ostacoli, successo e miglior prestazione personale per Eusebio Haliti, che per la prima volta ha corso sotto i 50 secondi, 49.85. Nella finale dei 400 m ostacoli donne, nessun problema per la primatista italiana Yadisleidy Pedroso, che ha vinto il titolo con il tempo di 55.26. Sorprese e conferme nelle sfide tra staffette. La finale 4x100 uomini è stata vinta sorprendentemente dall'Atletica Riccardi, con il quartetto formato da Dentali, Squillace, Tortu e Galbieri. Il team milanese ha corso in 40.50, contro i 40.70 delle favorite Fiamme Gialle, giunte seconde. Nella finale dei 4x100 donne, ancora Gloria Hooper protagonista nel quartetto della Forestale, con Latini, Giovanetti e Arcioni, che ha vinto con il tempo d 45.43. La finale 4x400 uomini ha visto il successo delle Fiamme Gialle: il quartetto composto da Tricca, Valentini, Barberi e Lorenzi ha fermato il cronometro a 3:10.55. Il titolo della 4x400 donne è stato conquistato dal quartetto dell'Esercito: Baldessarri, Milani, Chigbolu e Bazzoni che hanno corso in 3:39.33. Nelle gare di fondo e mezzofondo, da registrare la doppietta di Giulia Viola, che ha vinto sia 5000 m (16:05.39), sia i 1500 m (4:14.26). Pronostici rispettati nella finale dei 5000 m uomini, con il quinto titolo consecutivo conquistato da Stefano La Rosa (14:11.34), e nella finale degli 800 m donne, con il successo di Marta Milani (2:04.08). Sorprendente la vittoria negli 800 m uomini di Michele Oberti, che ha corso in 1:51.41, mentre non è più una sorpresa la giovanissima Nicola Svetlana Reina (non ancora 16enne), che si è aggiudicata il titolo nei 3000 siepi donne con la miglior prestazione italiana under 18, 10:13.89. Sulla base dei risultati ottenuti dai loro atleti (7 titoli assoluti conquistati), gli uomini delle Fiamme Gialle e le donne dell'Esercito hanno conquistato per la quarta volta consecutiva la Coppa Italia.