News



Campioni di oggi e di domani


Alle Olimpiadi Giovanili di Nanchino molti giovani atleti hanno realizzato il miglior tempo personale su pista Mondo.

Grandi prestazioni e tante emozioni all'interno dell'Olympic Sports Center di Nanchino, che dal 20 al 26 agosto ha ospitato le gare di atletica leggera della seconda edizione dei Giochi Olimpici Giovanili estivi (Youth Olympic Games).

Sulla pista Mondotrack dell'impianto sportivo molti atleti sono riusciti a realizzare la miglior performance della loro vita, aggiudicandosi la medaglia d'oro correndo come mai avevano fatto prima. Tra i velocisti, in particolare, si è messo in mostra il cinese Xu Zhihang, il favorito della finale dei 400m ostacoli, che non ha deluso il pubblico di casa, aggiudicandosi il titolo olimpico giovanile con il tempo di 50”61, record personale e stesso tempo del tunisino Mohamed Jlassi, battuto solo al photo-finish. Nei 110m ostacoli, ottima prestazione da parte del giamaicano Jaheel Hyde, che ha vinto l'oro stabilendo il miglior tempo personale, 12”96. In campo femminile, spiccano i successi e i migliori tempi personali dell'australiana Jessica Thornton nei 400m (52”50), della francese Laura Valette nei 100m ostacoli (12”34), della sudafricana Gezelle Magerman nei 400m ostacoli (57”91).

Ottimi tempi anche nelle gare di fondo e mezzofondo. Tra gli uomini spiccano i successi con record personale del keniota Gilbert Soet nei 1500m (3'41”99) e del giapponese Minoru Onogawa nei 10000m di marcia (42'03”64). Tra le donne, hanno vinto l'oro realizzando il record personale la ganese Martha Bissah negli 800m (2'04”90) e la giapponese Nozomi Takamatsu nei 3000m (9'01”58); mentre la cinese Ma Zhenxia ha vinto i 5000m di marcia con il tempo 22'22”08, miglior prestazione giovanile stagionale.

Nelle altre gare disputate sulla pista Mondo, tra i favoriti che hanno rispettato i pronostici del pre-gara ci sono l'americano Myles Marshall, che ha vinto l'oro negli 800m con il tempo di 1'49”14; l'etiope Yomif Kejelcha, che ha vinto i 3000m con il tempo di 7'56”20; l'americano Noah Lyles, che ha vinto la finale dei 200m maschili correndo in 20”80. Pronostici rispettati anche nelle due gare dei 2000m siepi: tra le donne il successo è andato alla keniota Rosefline Chepngetich con il tempo di 6'22”67; tra gli uomini l'oro è andato all'etiope Wogene Sebsibe che ha corso in 5'38”42.

Le altre gare hanno visto imporsi l'etiope Kokebe Tesfaye nei 1500m femminili (4'15”38), la giamaicana Natalliah Whyte nella finale dei 200m (23”55), la cinese Xiaojing Liang nella finale dei 100m (11”06), lo zambiano Sydney Siame nei 100m maschili (10”56), il giamaicano Martin Manley nella finale dei 400m (46”31).