News



Chiusura con record


I Commonwealth Games 2014 si sono conclusi con una grande prestazione da parte di Bolt e delle staffette giamaicane.

Domenica 3 agosto si sono conclusi a Glasgow i Commonwealth Games 2014, il più grande evento sportivo che la Scozia abbia mai ospitato, con circa 4950 atleti provenienti da 71 nazioni. L'ultima giornata di gare ha visto scendere sulla pista Mondotrack dello stadio Hampden Park la batteria della staffetta 4x100 giunta al successo con l'ottimo tempo di 37”58, nuovo record dei Giochi. Medaglia d'oro e record della manifestazione anche per la staffetta giamaicana femminile che, guidata da Shelley-Ann Fraser-Pryce, ha corso in 41”83. Due medaglie d'oro che sono andate ad aggiungersi alle altre conquistate dai velocisti giamaicani a Glasgow: Stephanie McPherson ha vinto i 400m femminili correndo in 50”67; Andrew Riley ha conquistato l'oro nella finale dei 110 ostacoli con il tempo di 13”32; Kaliese Spencer ha vinto la finale dei 400m ostacoli correndo in 54”10; Rasheed Dwyer ha vinto l'oro nei 200m con il tempo di 20”14; il 22enne Kemar Bailey-Cole ha vinto l'oro nei 100m in 10” netti. Ottima prestazione anche da parte della staffetta 4x400 femminile giamaicana, che con il tempo di 3'23”82 ha vinto l'oro e ha fatto registrare il nuovo record dei Commonwealth Games. Nelle altre gare di velocità, protagonista assoluta la nigeriana Blessing Okagbare, che ha vinto l'oro sia nei 100m (10”85), realizzando il nuovo record dei Giochi, che nei 200m (22”25). Da sottolineare le prestazioni del sudafricano Cornel Fredericks, oro nei 400m ostacoli (48”50), e il successo della staffetta 4x400 inglese, che trascinata dal 19enne Matthew Hudson Smith ha corso in 3'00”46.

Nelle gare di mezzofondo, Kenya grande protagonista grazie ai successi nelle finali dei 1500m: la 20enne Faith Kipygeon ha conquistato l'oro correndo in 4'08”94; James Magut ha vinto con il tempo di 3'39”31. La sorpresa è arrivata dalla finale degli 800m, dove il favorito della vigilia David Rudisha è stato preceduto sul traguardo da Nijel Amos: l'atleta del Botswana ha vinto correndo in 1'45”18.

Nelle gare di fondo, che prima dell'inizio dei Giochi hanno fatto registrare il forfait del campione olimpionico Mo Farah, hanno visto ancora una volta atleti kenioti piazzarsi sul gradino più alto del podio: Caleb Ndiku si è aggiudicato l'oro nei 5000m correndo in 13'12”07; Joyce Chepkirui ha vinto la finale dei 10000m femminili in 32'09”35; Mercy Cherono ha vinto l'oro nei 5000m femminili con il tempo di 15'07”21. Solo Moses Kipsiro è riuscito a tener testa agli atleti kenioti vincendo l'oro nei 10000m: l'atleta dell'Uganda ha concluso col tempo di 27'56”11.

Dopo dieci giorni di gare, il medagliere ha visto piazzarsi in prima posizione l'Inghilterra con 58 medaglie d'oro, seguita dall'Australia con 49 ori e Canada con 32 ori.