News



Meeting Areva 2014


Grandi ritorni e grandi sfide sulla pista Mondo dello Stade de France.

Si celebrano quest'anno i 30 anni dalla fondazione del Meeting Paris Saint-Denis, conosciuto oggi con il nome Meeting Areva. L'evento, che da 15 anni si tiene all'interno dello Stade de France, è uno degli appuntamenti più prestigiosi della IAAF Diamond League, si terrà sabato 5 luglio e vedrà la partecipazione di alcuni dei migliori velocisti in circolazione, che potranno sfruttare al meglio le caratteristiche della pista Mondotrack dell'impianto. In particolare, l'attenzione dei media di tutto il mondo si è concentrata sul ritorno alle corse di Asafa Powell. L'atleta giamaicano, sospeso per 18 mesi dopo un controllo antidoping, non avrebbe potuto correre prima del prossimo mese di dicembre, ma la sua richiesta di appello davanti al TAS gli ha permesso di poter scendere in pista prima che il tribunale si riunisca nuovamente, il 7 e 8 luglio, per riesaminare il suo caso. Un'occasione imperdibile per gli organizzatori del meeting parigino, che due giorni prima del riesame potranno ospitare la prima uscita internazionale da un anno a questa parte di uno dei più grandi velocisti di tutti i tempi. Nella gara dei 100m correranno anche Richard Thompson (il velocista di Trinidad & Tobago che quest'anno ha corso in 9”82, miglior prestazione stagionale), il giamaicano Nesta Carter, il francese Christophe Lamaitre, l'americano Michael Rodgers e il 38enne Kim Collins.

Grande attesa anche per i 200m donne, che vedrà l'attesa sfida tra le americane Allyson Felix (tre volte campionessa mondiale e campionessa olimpica a Londra 2012) e Tori Bowie, conosciuta per le sue doti di saltatrice in lungo che ha deciso in questa stagione di dedicarsi ai 200m con risultati eccezionali: ha corso in 22”18, miglior performance mondiale dell'anno. Oltre che su la coppia statunitense, i riflettori saranno puntati anche sulla giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce e la nigeriana Blessing Okagbare, che quest'anno ha migliorato il record personale correndo in 22”23.

Spettacolo assicurato anche nelle gare a ostacoli. Nei 110 ostacoli ci si aspetta molto dalla sfida tra il francese Pascal Martinot-Lagarde, che quest'anno ha corso in 13”12 (record personale e miglior prestazione dell'anno), e il campione del mondo in carica, l'americano David Oliver, che proprio sulla pista dello Stade de France ha stabilito nel 2010 il record personale (12”89). Sarà presente anche il campione olimpico di Pechino 2008, il cubano Dayron Robles, che detiene il record del meeting (12”88). Nei 400m ostacoli uomini, ci saranno i due migliori interpreti della stagione: il portoricano Javier Culson (48”03) e l'americano Michel Tinsley, vice campione olimpico e mondiale (48”56). I 100m ostacoli avranno il sapore di una finale olimpica, con ai blocchi di partenza le sette migliori interpreti della stagione: le americane Brianna Rollins (12’’53), Dawn Harper Nelson (12’’54), Queen Harrison (12’’56), Kristi Castlin (12’’58) e Kellie Wells (12’’68), l’australiana Sally Pearson (12’’59), e la francese Cindy Billaud (12’’69).