News



Prendono il via i tornei di pallacanestro in carrozzina


La Basketball Arena e la North Greenwich Arena ospitano uno degli sport paraolimpici più popolari.

Quando i veterani americani della Seconda Guerra Mondiale iniziarono a giocare a pallacanestro in carrozzina, come parte della loro riabilitazione, nessuno avrebbe potuto immaginare che in pochi anni quello sport sarebbe divenuto così popolare in tutto il mondo. La pallacanestro in carrozzina, che oggi viene praticata in oltre 80 paesi, è entrata a far parte del programma paraolimpico a partire dai Giochi di Roma 1960 (il torneo femminile esordì a Tel Aviv 1968). Le regole sono molto simili a quelle della pallacanestro tradizionale, con i giocatori costretti dal regolamento a passare la palla o palleggiare dopo ogni due spinte date alle ruote della carrozzina. Per garantire un certo equilibrio in campo, ad ogni giocatore viene assegnato un valore, che va da 1.0 a 4.5 a seconda della gravità della sua disabilità; la somma dei valori dei cinque giocatori in campo di una squadra non deve essere mai superiore a 14. A Londra 2012 sono presenti 12 squadre maschili e 10 femminili, divise in due gruppi preliminari; le prime quattro classificate di ogni gruppo si qualificheranno per i quarti di finale a eliminazione diretta. Le nazionali favorite per il successo finale sono quelle che hanno dominato la scena negli ultimi anni, sia in campo maschile che femminile: Australia, Canada, USA e Gran Bretagna.