News



Uno sport dalle origini millenarie


Le origini della boccia risalirebbero all'antica Grecia.

Domenica 2 settembre, con le prime sfide che vedranno impegnate le coppie e le squadre miste, farà il suo esordio a Londra 2012 la boccia, sport che ha le stesse regole delle bocce e che richiede un grande controllo muscolare ed estrema concentrazione da parte degli atleti in gara. La boccia, che è stata introdotta nel programma parolimpico ai Giochi di New York del 1984, oggi è praticata in oltre 50 paesi in tutto il mondo. A Londra 2012 partecipano 104 atleti, uomini e donne, che gareggiano singolarmente, in coppia o in squadra. I giocatori di boccia sono atleti in carrozzina con paralisi cerebrale o una seria disabilità motoria; un sistema di classificazione assicura che a sfidarsi siano atleti con disabilità simili tra loro. La nazione che ha ottenuto i migliori risultati nelle ultime edizioni dei Giochi Paraolimpici e che parte con i favori della vigilia anche a Londra 2012, è il Portogallo, che tra Atene 2004 e Pechino 2008 ha conquistato 3 medaglie d'oro, 6 argenti e 2 bronzi; il suo giocatore di punta è Joao Paulo Fernandes, vincitore di due ori ad Atene 2004 e un oro e un argento a Pechino 2008. Il pubblico di casa si aspetta molto da Nigel Murray, considerato da molti il miglior giocatore di boccia al mondo.